Revoca mandato avvocato

Se siete approdati su questa pagina del nostro sito, starete cercando un aiuto per effettuare una revoca del mandato del vostro attuale avvocato.

Non preoccupatevi. Cercheremo in questa sezione di fornirvi tutte le informazioni utili a riguardanti la revoca del mandato: lettera da inviare al vostro avvocato, per richiedere l’interruzione dei servizi offerti da quest’ultimo.

Innanzitutto è bene dire che il cliente ha piena libertà di revocare il mandato del suo avvocato il qualsiasi momento egli lo ritenga opportuno. Questo perché fra le due figure di soggetti intercorre un rapporto che si basa sulla reciproca fiducia et professionale et personale.

Qualora questa venga a mancare è piena facoltà del cliente revocare il mandato del suo avvocato

Sono vari i motivi per i quali la fiducia fra avvocato e cliente possa venir meno: fine del rapporto fiduciario tra le parti, la scelta da parte del cliente di essere assistito da un altro professionista, la discrepanza di vedute circa la predisposizione dello schema difensivo, l’insoddisfazione generale sull’operato dell’avvocato e così via.

Inoltre il cliente non è tenuto obbligatoriamente a motivare le ragioni della revoca, né avrà l’onere di risarcire l’avvocato per un’anticipata revoca senza preavviso.

In questa guida di Disdici.com vedremo come effettuare la revoca del mandato, inoltre in fondo alla pagina vi proporremo un modello fac-simile del modello scaricabile gratuitamente.

Indice

1. Mandato di revoca avvocato
2. Codice deontologico del mandato di revoca avvocato
3. Comunicazione di revoca del mandato avvocato
4. Pagamenti onorari e restituzione dei documenti
5. Modello Fac-Simile di revoca del mandato avvocato

Mandato di revoca avvocato

Il rapporto professionale fra cliente e avvocato è instaurato da un contratto di mandato.

Il contratto di mandato prevede che un soggetto, denominato ”mandatario”, si obbliga a compiere uno o più atti giuridici per conto di un’altra parte, denominata ”mandante”.

Con la sottoscrizione del contratto di mandato, l’assistito è informato circa le varie modalità di azione, le strategie difensive approntate e su tutto quanto riguarda lo svolgimento dell’incarico. A seconda dell’ambito giuridico in cui ci si trova, civilistico e penalistico, l’assistito rispettivamente sottoscrive la procura alle liti e nomina l’avvocato.

È in questo fondamentale passaggio che si instaura il precedentemente citato rapporto di fiducia tra l’avvocato e l’assistito.

È qui infatti che il cliente manifesta la sua volontà di affidarsi all’operato del professionista.

Come già anticipato però, vi sono molti casi in cui fiducia e volontà possono venir meno. Allora, come muoversi?

Codice deontologico del mandato di revoca avvocato

Il codice deontologico forense, ossia il codice che indica i criteri guida del comportamento dell’avvocato nello svolgimento della propria attività professionale, mette in evidenza come la fiducia reciproca che si instaura fra assistito e avvocato, rappresenti l’elemento cardine del rapporto giuridico con il cliente e, come tale, in mancanza, la sua prosecuzione è veramente impossibile.

Risulta quindi necessario dover prendere provvedimenti.

Qualora il cliente non sia soddisfatto dell’attività svolta dal legale da lui scelto, può decidere di chiedere la revoca del mandato dell’avvocato.

Comunicazione di revoca del mandato avvocato

Prendiamo in esame ora il passaggio fondamentale di una revoca di mandato di un avvocato: la relativa comunicazione di revoca.

Per la revoca è sufficiente una dichiarazione con la quale si esprime la non volontà di proseguire il percorso intrapreso.

Per la revoca del mandato non è richiesta una forma tipica. Può avvenire sia in forma scritta che orale.

Solitamente si predilige utilizzare la forma scritta mediante l’invio di lettera raccomandata andata e ritorno, in modo da avere riscontro sul ricevimento, oppure email con posta elettronica certificata (PEC).

Diversamente si può stilare una lettera scritta e consegnarla a mani del professionista, avendo cura di farsi firmare una copia per conoscenza.

È proprio la comunicazione di revoca del mandato che viene redatta dal cliente e trasmessa poi all’avvocato, a rappresentare l’atto attraverso il quale si mette fine al rapporto giuridico scaturito tra le parti con il mandato.

Pagamenti onorari e restituzione dei documenti

Abbiamo già detto che il cliente non è tenuto ad alcun risarcimento derivante dalla revoca anticipata del mandato dell’avvocato.

Occorre però mettere in chiaro che è obbligo del cliente corrispondere all’avvocato gli onorari maturati, mentre, è obbligo dell’avvocato la restituzione della documentazione relativa all’incarico e in caso di successive comunicazioni, la loro immediata trasmissione alle parti interessate.

Inoltre va sottolineato che l’avvocato non può subordinare la restituzione della documentazione al pagamento del corrispettivo a lui dovuto.

Infatti questo farebbe scaturire un comportamento illecito, sanzionabile all’ordine degli avvocati di competenza territoriale. Inoltre, una volta revocato il mandato processuale, l’avvocato precedente deve fornire al cliente una breve sintesi dello stato della causa in cui si trova (indicazione del giudice, del numero di ruolo, della prossima udienza e dell’attività svolta), in modo da consentire a chi lo sostituirà una pronta difesa del cliente.

Modello Fac-Simile di revoca del mandato avvocato

Veniamo ora ad illustrare di seguito un tipico modello fac-simile di revoca:

(Nome e Cognome)                                                                                      Preg.mo avv._______

(indirizzo del cliente)

Lettera Raccomandata A/R, __/__/____

Oggetto: Revoca dell’incarico

Preg.mo Avv.______,

con riferimento all’incarico da me conferitoLe in data __/__/____ , in relazione a ________ (descrivere brevemente l’incarico),

vengo a comunicarLe, ai sensi dell’art. 2237 Codice Civile, la mia intenzione di recedere dal contratto con Lei stipulato e revocarLe il mandato.

Le chiedo pertanto, gentilmente, di restituirmi la documentazione relativa al mio caso, e a farmi pervenire la nota spese riguardante il compenso a Lei dovuto per l’attività sino a ora prestata.

RingraziandoLa, porgo cordiali saluti

(Firma)


Come abbiamo visto, il modello fac-simile di revoca del mandato avvocato è molto semplice da compilare.

Per agevolare ulteriormente la compilazione dello stesso, la redazione Disdici.com ha creato per voi il modello fac-simile di revoca del mandato avvocato. Potrete scaricarlo gratuitamente di seguito in formato DOC e PDF.

Qualora doveste avere dei dubbi relativi alla revoca del mandato potrete comunque consultare il vostro legale di fiducia.

Per qualsiasi dubbio o domanda inerente la guida alla revoca del mandato dell’avvocato, potrete inoltre inviarci una email scrivendoci all’indirizzo [email protected] oppure utilizzando l’apposita sezione del sito.

Per accedere alla sezione contenente tutte le guide alle disdette potete cliccare QUI.